Denominazione commerciale: Alibi Flora

Elenco dei prodotti fitosanitari (stato: 09.04.2019)

Categoria di prodotti: Titolare dell'autorizzazione: Numero federale di omologazione:
Fungicida
Syngenta Agro AG
W-7325
Principio: Tenore: Codice di formulazione:
Principio attivo: Azossistrobina
Principio attivo: Difenoconazolo
Coformulante da dichiarare separatamente: 1,2-benzisotiazol-3(2H)-on
18 % 200 g/l
11.3 % 125 g/l

SC sospensione concentrata
Applicazioni
A Coltura Agente patogeno/Efficacia Dosaggio Restrizioni
G Pieno campo: Asparagi
Bruciatura delle foglie dell'asparago
Marciume grigio (Botrytis cinerea)
Ruggine dell'asparago
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 3 Settimane
Applicazione: Trattamento dopo il raccolto. A titolo preventivo.
1, 2, 3
G Barbabietola
Cercosporiosi e ramulariosi
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Carote
Altenariosi delle carote
Oidio delle carote
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
1, 2, 3
G Cavolfiore
Cavoli a testa
Cavoli di Bruxelles
Cavoli fogliacei
Maculatura anulare del cavolo
Marciume da phoma delle crocifere
Oidio delle crocifere
Ruggine bianca
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Cavolo rapa
Maculatura anulare del cavolo
Marciume da phoma delle crocifere
Oidio delle crocifere
Ruggine bianca
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Cetrioli
Oidio delle Cucurbitacee
Concentrazione: 0.1 %
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 3 Giorni
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 3, 4
G Pieno campo: Cicoria belga
Alternaria spp.
Oidio delle Asteracee
ruggini su insalate (Asteraceae) e su cicoria belga
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
Applicazione: A titolo preventivo.
1, 2, 3
G Cipolle
Alternariosi (Alternaria porri)
Marciume bianco della cipolla
Peronospora della cipolla
Peronospora delle cipolle
Ruggine del porro
Ticchiolatura della cipolla
Azione parziale:
Botrite della cipolla (Botrytis squamosa)
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
1, 2, 3
G Fagioli con baccello
Peronospora del fagiolo
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 7 Giorni
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Indivia
Insalate cappuccio
Peronospora della lattuga
Rizottonia della lattuga
Azione parziale:
Marciume grigio (Botrytis cinerea)
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 3 Settimane
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Melanzana
Alternariosi delle solanacee
Oidio delle solanceae
Concentrazione: 0.1 %
Termine d'attesa: 3 Giorni
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 3, 4
G Meloni
cladosporiosi delle cucurbitacee
Oidio delle Cucurbitacee
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 3 Giorni
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 3, 4
G Pastinaca
Prezzemolo tuberoso
Altenariosi delle carote
Necrosi fogliare del prezzemolo
Oidio delle carote
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Peperone
Oidio delle solanceae
Concentrazione: 0.1 %
Termine d'attesa: 3 Giorni
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 3, 4
G Piselli senza baccello
Antracnosi del pisello
Peronospora del pisello
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 7 Giorni
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Pomodori
Alternariosi delle solanacee
Oidio delle solanceae
Peronospora del pomodoro
Ticchiolatura del pomodoro
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 3 Giorni
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 3, 4
G Porro
Alternariosi (Alternaria porri)
Peronospora del porro
Ruggine del porro
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 3 Settimane
Applicazione: A titolo preventivo.
1, 2, 3
G Sedano da coste
Sedano rapa
Septoriosi del sedano
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
Applicazione: A titolo preventivo.
1, 2, 3
G Specie di cavoli
Maculatura anulare nera del cavolo
Peronospora delle crucifere
Azione parziale:
Marciume grigio (Botrytis cinerea)
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
Applicazione: All'inizio dell'attacco.
1, 2, 3
G Zucchine
Alternariosi delle solanacee
cladosporiosi delle cucurbitacee
Oidio delle Cucurbitacee
Dose: 1 l/ha
Termine d'attesa: 2 Settimane
1, 3, 4
Z Alberi e arbusti (al di fuori della foresta)
Maculature fogliari
Monilia dei rami e dei fiori
Oidio (diverse specie) su piante ornamentali
Ruggini su piante ornamentali
Concentrazione: 0.1 %
1, 2, 5, 6
Z Colture da fiore e piante verdi
Rose
Maculature fogliari
Monilia dei rami e dei fiori
Oidio (diverse specie) su piante ornamentali
Ruggini su piante ornamentali
Concentrazione: 0.1 %
1, 4, 6, 7
Z Rose
Oidio delle rose
Ticchiolatura della rosa
Concentrazione: 0.1 %
1, 4, 6, 7


Restrizioni e osservazioni:
  1. Durante la preparazione della poltiglia: Indossare guanti di protezione.
  2. SPe 3: Per proteggere gli organismi acquatici è necessario ridurre il rischio di dilavamento di 2 punti come contemplato nelle istruzioni dell'UFAG.
  3. SPe 1 - Per proteggere gli organismi del suolo applicare al massimo 3 trattamenti all`anno per particella con un prodotti contenenti Difenoconazolo.
  4. SPe 3: Per proteggere gli organismi acquatici è necessario ridurre il rischio di dilavamento di 1 punto come contemplato nelle istruzioni dell'UFAG.
  5. SPe 3: per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 50 m dalle acque superficiali. Tale distanza può essere ridotta attuando misure di riduzione della deriva secondo le istruzioni dell'UFAG.
  6. SPe 1 - Per proteggere gli organismi del suolo applicare al massimo 3 trattamenti all'anno per particella senza superare un totale di principio attivo di 500 g di Difenoconazolo.
  7. SPe 3: per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 20 m dalle acque superficiali. Tale distanza può essere ridotta attuando misure di riduzione della deriva secondo le istruzioni dell'UFAG.


Caratterizzazione di pericolo:
  • EUH 401 Per evitare rischi per la salute umana e per l'ambiente, seguire le istruzioni per l'uso.
  • H317 Può provocare una reazione allergica cutanea.
  • H410 Molto tossico per gli organismi acquatici con effetti di lunga durata.
  • SP 1 Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo imballaggio.
  • SPe 2 Onde proteggere le acque sotterranee evitare i trattamenti nelle zone di protezione delle acque sotterranee (S2 e Sh).
  •   Tenere fuori dalla portata dei bambini.


Avvertenza:
  • Attenzione

Simboli e indicazioni di pericolo:
Identificatore chiave GHS07 GHS09
Simbolo Identificatore chiave - Attenzione pericolo Identificatore chiave - Pericoloso per l'ambiente acquatico
Indicazione di pericolo Attenzione pericolo Pericoloso per l'ambiente acquatico


In caso di dubbio valgono soltanto i documenti originali dell'omologazione. La menzione di un prodotto, principio attivo o di una ditta non rappresenta alcuna raccomandazione.