Denominazione commerciale: Affirm (Importazione parallela)

Elenco dei prodotti fitosanitari (stato: 13.08.2019)

Categoria di prodotti: Titolare dell'autorizzazione all'estero: Numero federale di omologazione:
Insetticida
Syngenta Crop Protection S.P.A.
I-5657
Foglio illustrativo n.: Paese di provenienza: Numero d'omologazione estero:
7808 Italia 13389
Principio: Tenore: Codice di formulazione:
Principio attivo: emamectina benzoato
0.95 %
SG granulare solubile in acqua
Applicazioni
A Coltura Agente patogeno/Efficacia Dosaggio Restrizioni
O Albicocco
Pesco/pesco noce
Carpocapsa delle mele
tignola del pesco
Tortrice orientale del pesco
Concentrazione: 0.2 %
Dose: 3.2 kg/ha
Termine d'attesa: 3 Settimane
Applicazione: A partire dall'inizio della schiusa delle larve.
1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
O Frutta a granelli
Carpocapsa delle mele
Piccola tortrice dei frutti
Tortrici ricamatrici
Concentrazione: 0.2 %
Dose: 3.2 kg/ha
Termine d'attesa: 3 Settimane
Applicazione: A partire dall'inizio della schiusa delle larve.
1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
O Frutta a granelli
Falene
Tortrici ricamatrici
Concentrazione: 0.2 %
Dose: 3.2 kg/ha
Applicazione: Prefioritura o postfioritura (BBCH 57-59 o 69-71).
1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
O Noce comune
Carpocapsa delle mele
Concentrazione: 0.2 %
Dose: 3.2 kg/ha
Termine d'attesa: 3 Giorni
Applicazione: A partire dall'inizio della schiusa delle larve.
1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
O Prugno/Susino
Tortrice delle susine
Concentrazione: 0.2 %
Dose: 3.2 kg/ha
Termine d'attesa: 3 Settimane
1, 2, 3, 4, 5, 6, 7
G Cavoli a infiorescenza
Cavoli a testa
Cavoli di Bruxelles
Cavoli fogliacei
Cavolaie
Nottue (defogliatrici)
Tignola delle Crocifere
Concentrazione: 0.15 %
Dose: 1.5 kg/ha
Termine d'attesa: 1 Settimane
4, 8, 9, 10
G Cucurbitacee
Nottue (defogliatrici)
Concentrazione: 0.15 %
Dose: 1.5 kg/ha
Termine d'attesa: 3 Giorni
4, 8, 9, 10
G Pomodori
Tuta absoluta
Concentrazione: 0.15 %
Dose: 1.5 kg/ha
Termine d'attesa: 3 Giorni
4, 8, 9, 10
F Pisello proteico
Nottue (defogliatrici)
Tortrice del pisello
Dose: 1.5 kg/ha
Applicazione: A prtire dall'inizio dell'attacco.
4, 8, 9, 10
Z Bosso (Buxus)
Piralide del bosso
Concentrazione: 0.2 %
Applicazione: A prtire dall'inizio dell'attacco.
4, 5, 8, 11


Restrizioni e osservazioni:
  1. La dose indicata si riferisce a un volume di alberi di 10'000 m³/ha.
  2. Solo in frutteti secondo l'art. 22 dell'Ordinanza del 7 dicembre 1998 sulla terminologia agricola e sul riconoscimento delle forme di azienda (RS 910.91, OTerm).
  3. SPe 8 - Pericoloso per le api: non deve entrare in contatto con piante in fiore o che presentano melata (p.es. colture, colture intercalari, malerbe, colture vicine, siepi). Può venir utilizzato solo impiegando un sistema che riduca la deriva di almeno il 75%. Nella piantagione così come in una fascia-tampone circostante di una larghezza di 3 m, le colture intercalari e le malerbe in fiore devono essere eliminate prima del trattamento (il giorno prima sfalciare/trinciare l'erba).
  4. SPa 1: Per evitare l'insorgenza di resistenza non applicare questo o altri prodotti contenenti emamectina benzoato più di due volte per anno e particella.
  5. SPe 3: Per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 50 metri dalle acque superficiali. Per la protezione contro gli effetti di un dilavamento, rispettare una zona tampone con copertura vegetale a una distanza di almeno 6 metri. Riduzione della distanza a causa di deriva ed eccezioni secondo le istruzioni dell'UFAG.
  6. Durante la preparazione della poltiglia: Indossare guanti di protezione. Applicazione della poltiglia: Indossare guanti di protezione + indumenti protettivi. I dispositivi di protezione individuale possono essere sostituiti, durante l'applicazione, da dispositivi di protezione tecnici (p.es. cabina del trattore chiusa), qualora vi sia la garanzia che offrano una protezione analoga o superiore.
  7. SPe 3: per la protezione di artropodi non target dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 100 m dai biotopi in virtù degli art. 18a e 18b LNP. Tale distanza può essere ridotta attuando misure di riduzione della deriva secondo le istruzioni dell'UFAG.
  8. SPe 8 - Pericoloso per le api: non deve entrare in contatto con piante in fiore o che presentano melata (p.es. colture, colture intercalari, malerbe, colture vicine, siepi).
  9. SPe 3: per la protezione di artropodi non target dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 20 m dai biotopi in virtù degli art. 18a e 18b LNP. Tale distanza può essere ridotta attuando misure di riduzione della deriva secondo le istruzioni dell'UFAG.
  10. SPe 3: Per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 6 m dalle acque superficiali. Per la protezione contro gli effetti di un dilavamento, rispettare una zona tampone con copertura vegetale a una distanza di almeno 6 metri. Riduzione della distanza a causa di deriva ed eccezioni secondo le istruzioni dell'UFAG.
  11. Pe 3: per la protezione di artropodi non target dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 50 m dai biotopi in virtù degli art. 18a e 18b LNP. Tale distanza può essere ridotta attuando misure di riduzione della deriva secondo le istruzioni dell'UFAG.


Caratterizzazione di pericolo:
Si applicano la classificazione e la caratterizzazione dell’etichetta originale estera..

Ulteriori simboli di pericolo svizzeri:
  • SP 1 Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo imballaggio.


In caso di dubbio valgono soltanto i documenti originali dell'omologazione. La menzione di un prodotto, principio attivo o di una ditta non rappresenta alcuna raccomandazione.