Denominazione commerciale: Lentagran

Elenco dei prodotti fitosanitari (stato: 09.04.2019)

Autorizzazione revocata: Termine per la svendita: 31.05.2018, Termine per l'utilizzo: 31.10.2020

Categoria di prodotti: Titolare dell'autorizzazione: Numero federale di omologazione:
Erbicida
Leu + Gygax AG
W-6855
Principio: Tenore: Codice di formulazione:
Principio attivo: Piridato
45 %
WP polvere bagnabile
Applicazioni
A Coltura Agente patogeno/Efficacia Dosaggio Restrizioni
G Asparagi
Dicotiledoni (malerbe)
Dose: 2 kg/ha
Applicazione: Dopo il periodo del taglio.
1
G Cavoli a testa
Cavolo rapa
Dicotiledoni (malerbe)
Dose: 2 kg/ha
Termine d'attesa: 4 Settimane
Applicazione: In post-emergenza.
2, 3
G Cipolle
Porro
Scalogni
Dicotiledoni (malerbe)
Dose: 2 kg/ha
Termine d'attesa: 4 Settimane
Applicazione: In post-emergenza dallo stadio BBCH 13.
2
F Colza
Dicotiledoni (malerbe)
Dose: 2 kg/ha
Applicazione: In primavera.
4
F Mais
Dicotiledoni (malerbe) [inclusi quelli resistenti alla Triazina]
Dose: 1.5 - 2 kg/ha
Applicazione: Stadi 12 (BBCH).
F Miscela trifoglio-graminacee (prati artificiali)
Dicotiledoni (malerbe)
Dose: 1 - 2 kg/ha
Applicazione: In autunno dopo la l'emergenza fino a metà ottobre.
5
F Tabacco
Dicotiledoni (malerbe)
Dose: 1 kg/ha
Applicazione: 2-4 settimane dopo la piantagione.
2


Restrizioni e osservazioni:
  1. Trattamento sotto il fogliame della coltura.
  2. Non mecolare con adiuvanti o con concimi fogliari.
  3. Trattamento dopo che le colture si sono ben radicate (3-4 settimane dopo il trapianto).
  4. Non miscelare con Pradone.
  5. Pascolo o sfalcio (foraggio fresco o conservato) al più presto 3 settimane dopo il trattamento. Eccezione: per gli animali non in lattazione il termine di attesa è di 2 settimane.


Caratterizzazione di pericolo:
  • Per evitare rischi per l'uomo e per l'ambiente seguire le istruzioni per l'uso.
  • R 38 Irritante per la pelle.
  • R 43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
  • R 50/53 Altamente tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico.
  • S 02 Conservare fuori della portata dei bambini.
  • S 24 Evitare il contatto con la pelle.
  • S 29/56 Non gettare i residui nelle fognature; smaltire questo materiale e i relativi contenitori in un punto di raccolta di rifiuti pericolosi o speciali.
  • S 37 Usare guanti adatti.
  • S 46 In caso d'ingestione consultare immediatamente il medico e mostrargli il contenitore o l'etichetta.
  • SP 1 Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo imballaggio.


Simboli e indicazioni di pericolo:
Identificatore chiave N Xi
Simbolo Identificatore chiave - Pericoloso per l'ambiente Identificatore chiave - Irritante
Indicazione di pericolo Pericoloso per l'ambiente Irritante


In caso di dubbio valgono soltanto i documenti originali dell'omologazione. La menzione di un prodotto, principio attivo o di una ditta non rappresenta alcuna raccomandazione.