Denominazione commerciale: Cuprosan U-DG

Elenco dei prodotti fitosanitari (stato: 02.11.2019)

Autorizzazione revocata: Termine per la svendita: 31.05.2018, Termine per l'utilizzo: 31.10.2020

Categoria di prodotti: Titolare dell'autorizzazione: Numero federale di omologazione:
Fungicida
Syngenta Agro AG / Vertrieb Maag Agro
W-4815
Principio: Tenore: Codice di formulazione:
Principio attivo: Folpet
Principio attivo: Rame (sotto forma di 19% ossicloruro, 6.5% carbonato basico e 14.3% preparati a base di calce)
36 %
18 %
WG granulare idrodispersibile
Applicazioni
A Coltura Agente patogeno/Efficacia Dosaggio Restrizioni
W In generale
Peronospora della vite
Azione parziale:
Marciume grigio (Botrytis cinerea)
Effetto secondario:
Rossore parassitario
Concentrazione: 0.25 %
Dose: 4 kg/ha
Applicazione: Dopo la fine della fioritura, al più tardi entro metà agosto.
1, 2, 3, 4, 5, 6
G Melanzana
Pomodori
Alternariosi delle solanacee
Peronospora del pomodoro
Septoriosi del pomodoro/della melanzana
Concentrazione: 0.15 - 0.2 %
Termine d'attesa: 3 Giorni
7, 8, 9
G Sedano da coste
Sedano rapa
Septoriosi del sedano
Concentrazione: 0.15 - 0.2 %
Dose: 1.5 - 2 kg/ha
Termine d'attesa: 3 Settimane
7, 8, 10
Z Rose
Cancri rameali da septoria
Peronospora della rosa
Ticchiolatura della rosa
Concentrazione: 0.5 %
Applicazione: Irrorazione autunnale e invernale, prima dell'ibernamento fino a poco prima del germogliamento.
4, 5, 6, 7


Restrizioni e osservazioni:
  1. Anche per applicazione per via aerea.
  2. Al massimo 6 kg di rame-metallo per anno e per ettaro. 20 kg di rame-metallo per ettaro (bilancio del rame) nell'arco di 5 anni consecutivi.
  3. La dose indicata si riferisce allo stadio BBCH 71-81 (J-M, dopo la fioritura), trattamento con una quantità-referenza di poltiglia di 1600 l/ha (base per il calcolo), oppure a un volume fogliare di 4'500 m³/ha.
  4. SPe 3: Per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva e per la protezione contro gli effetti di un dilavamento, rispettare una zona tampone con copertura vegetale a una distanza di almeno 6 metri dalle acque superficiali.
  5. Lavori successivi in colture trattate: indossare guanti + indumenti protettivi fino a 48 ore dall'applicazione del prodotto.
  6. Se entra in contatto con la pelle, il prodotto può provocare allergie. Durante la preparazione e l'applicazione della poltiglia è necessario indossare guanti di protezione, indumenti protettivi e scarpe solide. Se è impossibile evitare che la pelle entri in contatto con il prodotto fitosanitario (p.es. con la sostanza nebulizzata o tramite il contatto con le piante trattate durante i lavori successivi), è necessario utilizzare ulteriore attrezzatura di protezione adeguata (p.es. visiera, copricapo). I dispositivi di protezione individuale possono essere sostituiti, durante l'applicazione, da dispositivi di protezione tecnici (p.es. cabina del trattore chiusa), qualora vi sia la garanzia che offrano una protezione analoga o superiore.
  7. Al massimo 4 kg di rame-metallo per ha/anno.
  8. È possibile che il prodotto provochi allergie qualora entri in contatto con la pelle. Durante la preparazione della poltiglia è necessario indossare guanti di protezione, indumenti protettivi e scarpe da lavoro. Se è impossibile evitare che la pelle entri in contatto con il prodotto fitosanitario (p.es. con la sostanza nebulizzata o tramite il contatto con le piante), è necessario utilizzare ulteriore attrezzatura di protezione adeguata (p.es. guanti di protezione, indumenti protettivi, visiera, copricapo) anche durante l'applicazione e i lavori successivi.
  9. SPe 3: Per proteggere organismi acquatici dagli effetti della deriva rispettare una zona tampone non trattata di 20 m dalle acque superficiali. Riduzione della distanza secondo le istruzioni dell'UFAG. Per la protezione contro gli effetti di un dilavamento, rispettare una zona tampone con copertura vegetale a una distanza di almeno 6 metri. Queste prescrizioni relative alle distanze non si applicano per i trattamentii in serra.
  10. SPe 3: Per proteggere organismi acquatici dagli effetti di un dilavamento rispettare una zona tampone non trattata con copertura vegetale a una distanza di almeno 6 metri dalle acque superficiali. Le eccezioni sono contemplate nelle istruzioni dell'UFAG.


Caratterizzazione di pericolo:
  • Per evitare rischi per l'uomo e per l'ambiente seguire le istruzioni per l'uso.
  • R 20 Nocivo per inalazione.
  • R 36/38 Irritante per gli occhi e la pelle.
  • R 40 Possibilità di effetti cancerogeni - prove insufficienti.
  • R 43 Può provocare sensibilizzazione per contatto con la pelle.
  • R 50/53 Altamente tossico per gli organismi acquatici, può provocare a lungo termine effetti negativi per l'ambiente acquatico.
  • S 02 Conservare fuori della portata dei bambini.
  • S 13 Conservare lontano da alimenti o mangimi e da bevande.
  • S 20/21 Non mangiare, né bere, né fumare durante l'impiego.
  • S 22 Non respirare le polveri.
  • S 24 Evitare il contatto con la pelle.
  • S 35 Non disfarsi del prodotto e del recipiente se non con le dovute precauzioni.
  • S 36/37 Usare indumenti protettivi e guanti adatti.
  • S 46 In caso d'ingestione consultare immediatamente il medico e mostrargli il contenitore o l'etichetta.
  • S 57 Usare contenitori adeguati per evitare l'inquinamento ambientale.
  • SP 1 Non contaminare l'acqua con il prodotto o il suo imballaggio.


Simboli e indicazioni di pericolo:
Identificatore chiave N Xn
Simbolo Identificatore chiave - Pericoloso per l'ambiente Identificatore chiave - Nocivo
Indicazione di pericolo Pericoloso per l'ambiente Nocivo


In caso di dubbio valgono soltanto i documenti originali dell'omologazione. La menzione di un prodotto, principio attivo o di una ditta non rappresenta alcuna raccomandazione.